Oggi 22 aprile è la Giornata mondiale della Terra, conosciuta da molti come Earth Day.


Il tema fondamentale di questa giornata è la salvaguardia del Pianeta, attraverso comportamenti responsabili da parte dei cittadini di tutto il mondo.
Quest’anno si tratta della 52esima edizione, ma le origini dell'Earth Day risalgono al 1969, quando l’attivista per la pace e sostenitore di un mondo più green, John McConnell, durante la Conferenza Unesco a San Francisco, propose di istituire una giornata dedicata alla bellezza del Pianeta. Con lo scopo di aumentare e far nascere la consapevolezza di dover prendersene cura, da parte di istituzioni e cittadini.
Così l'anno successivo, il 21 marzo 1970, si celebrò a San Francisco la prima Giornata della Terra e il 22 aprile 1970 venne istituito dal senatore degli States Gaylord Nelson, l’Earth Day l’evento dal carattere prettamente ecologista. 
A renderla una manifestazione internazionale, arrivando a coinvolgere più di 180 nazioni, fu però Denis Hayes, primo coordinatore dell'Earth Day.
Fu la catastrofica fuoriuscita di greggio da un pozzo della Union Oil, in California, nel 1969 a sensibilizzare l’opinione pubblica sulle problematiche ambientali e i rischi legati al petrolio, movimentando molti attivisti che chiesero una regolamentazione sulla tutela ambientale che permettesse di prevenire questi disastri.
Nonostante ciò solo dal 1990 avvennero le prime celebrazioni mondiali dell'Earth Day, a cui aderirono ben 141 Paesi, mobilitando 200 milioni di persone, portando l'attenzione del mondo intero sulle terribili conseguenze di comportamenti irresponsabili.
Questo segnò l'inizio di gesti concreti per la salvaguardia dell'ambiente e la cultura del riciclo, e aprì la strada per il Summit della Terra organizzato dalle Nazioni Unite a Rio de Janeiro, dal 3 al 14 giugno 1992.


Con lo slogan #investinourplanet Legambiente in occasione della Giornata mondiale della Terra 2022, ha lanciato una serie impegni per il futuro. Tra quelli rivolti ai cittadini e alle cittadine vi è l’impegno ad adottare uno stile di vita più sostenibile e a scegliere una spesa intelligente, per farlo è fondamentale acquistare alimenti di provenienza locale e ingredienti a filiera corta e di stagione. 
L'attenzione verso il pianeta può iniziare dai singolo, con gesti volti a limitare gli eccessi di cibo e scelte di consumo più mirate.


Per questo Raró si impegna a proporre alimenti sani e genuini, provenienti da piccole e medie realtà del nostro territorio, che adottano processi produttivi il più possibile sostenibili e a zero spreco. Per garantire ai nostri clienti ingredienti controllati, di qualità e che rispettino l’ambiente, la salute e gli ecosistemi.

Scritto da Raro Shop
Trova articoli simili
curiositàEarth Day

Altre storie

La vera storia del Cioccolato

Il cioccolato arrivò in Europa intorno al 1520, quando Hernán Cortés, dopo aver visitato la corte di Montezuma a Tenochtitlan, come dono dell’Imper...

Storia e curiosità sul Sale

Chiamato “La sostanza divina” da Omero e conosciuto dai romani come “l’oro bianco”, il sale ha da sempre avuto un ruolo fondamentale nella vita del...